Giorno della Memoria, gli orrori del Nazismo in Germania

Quattro ragazzi ebrei decisi a sopravvivere nel buio della Germania nazista. Arriva in occasione della prossima Giornata della Memoria il film Gli Invisibili, evento speciale di Lucky Red in occasione del prossimo 27 Gennaio. Invisibili per necessità e per scelta, viste le feroci politiche razziali messe in atto da Hitler dal 1935. Un film che racconta un pezzo di Storia impossibile da dimenticare.

Come è iniziato il Buio

La situazione stava già precipitando negli anni precedenti. Nel 1934 dopo la Notte dei Lunghi Coltelli le SS erano diventate il potere politico dominante in Germania, braccio armato della politica antisemita di Adolf Hitler, che controllava così non solo il governo, ma anche l’esercito e certamente la popolazione.

Le Leggi di Norimberga

Era il 1935, ed era tempo secondo la follia nazista di dare una accelerata verso la Soluzione Finale. Arrivano le leggi di Norimberga, le persone di origine ebraica diventano il nemico da combattere per la Germania nazista. Niente più esercito per gli ebrei, con la propaganda nazista che fa irruzione nei negozi di tutto il Paese con i  terribili cartelli “vietato l’ingresso agli ebrei”.

La discriminazione razziale

Nel mirino c’era l’intera comunità ebraica tedesca (e non solo). Avevano “sangue tedesco” chi aveva quattro nonni della Germania, ed era invece considerato ebreo chi aveva tre o quattro nonni ebrei. “Sangue misto” per chi ne aveva uno o due. Follia su follia: in mancanza di differenze esteriori, anche la fede religiosa era sufficiente a qualificare qualcuno come ebreo. Non erano più cittadini tedeschi e non avevano più i diritti garantiti agli altri cittadini. Proibiti anche matrimonio e convivenze tra tedeschi ed ebrei, che vennero banditi da tutte le professioni. Con il passare degli anni le misure divennero sempre più crudeli: solo i dottori “ariani” potevano curare i tedeschi “ariani”. Gli ebrei non potevano essere curati perché i medici di origine ebraica erano stati esclusi dalla professione.

Lascia la tua mail per scaricare il dossier didattico

Dossier
Invio

Fuori dalla loro società

L’intento era noto. Le persone di origine ebraica vennero di fatto calpestate in ogni ambito. Dal 1938 gli ebrei furono obbligati ad aggiungere “Israel” (se maschi) o “Sarah” (se donne) al loro nome e, il 5 ottobre, una grande “J” (che stava per Jude, ossia giudeo) venne timbrata sui loro passaporti. Niente scuole pubbliche per i bambini. Il peggio stava per arrivare.

La Notte dei Cristalli: Berlino in fiamme

Era il 7 novembre 1938. Il giovane ebreo polacco spara a un diplomatico tedesco a Parigi, per vendicare l’espulsione dei genitori. A Berlino scatta la repressione agli ordini di Joseph Goebbels per quella che viene ricordata come la Notte dei Cristalli: negozi distrutti, sinagoghe bruciate, 100 ebrei morti e decine di migliaia di deportazioni verso i campi di concentramento.

La Berlino Nazista e gli Invisibili

Qualcuno riuscì a fuggire. Milioni di persone vennero deportate: ebrei ma anche rappresentati politici e di altre etnie. Il cielo di Berlino era buio. Questo lo scenario del film Gli Invisibili, film evento di Lucky Red in occasione della prossima Giornata della Memoria. E’ la storia di quattro ragazzi decisi a sopravvivere all’incubo del nazismo: Cioma Schönhaus falsifica passaporti nel tentativo di salvare altre persone che, come lui, sono costrette ad affrontare l’ingiusta persecuzione;  Hanny Lévy si è schiarito i capelli in modo tale da assomigliare a un tedesco di razza ariana; Eugene Friede di notte distribuisce volantini della resistenza mentre di giorno indossa la divisa della gioventù hitleriana e vive insieme ad una famiglia tedesca, e infine Ruth Gumpel, che travestita da una vedova di guerra, è coinvolta nella borsa nera.

2018-01-10T15:25:57+00:00